Foggia. Estorsioni a imprenditori, i tre arrestati sconteranno tre pene definitive

  |  FOGGIA (FG)  -  giovedì 8 ottobre 2020 - 12:07

Antonio Vincenzo Pellegrino, detto ''Capantica'' di 68 anni, tra i tre arrestati, ritenuto storico capo della batteria mafiosa ''Moretti-Pellegrino''

di Redazione Norbaonline
Foggia. Estorsioni a imprenditori, i tre arrestati sconteranno tre pene definitive

Estorsioni a imprenditori, 3 arresti nel Foggiano
I tre devono scontare pene detentive definitive. La Squadra Mobile di Foggia e il Nucleo di Polizia Economico finanziaria - G.I.C.O. di Bari, in collaborazione con il Servizio Centrale Investigazione Criminalita' Organizzata della Guardia di Finanza, hanno eseguito un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura Generale della
Repubblica presso la Corte d'Appello di Bari, nei confronti di Antonio Vincenzo Pellegrino" detto "Capantica" di 68 anni
ritenuti storico capo della batteria mafiosa "Moretti-Pellegrino", condannato a scontare la pena residua di
6 anni, 7 mesi e 26 giorni di reclusione; Gianluca Ruggero, 40 anni, ritenuto il fiduciario del boss Pellegrino, condannato a scontare la pena residua di 3 anni e 6 mesi di reclusione; Gabriella Capuano, 45enne, che gli investigatori indicano come fiduciaria del boss Emiliano Francavilla a cui e' legata sentimentalmente, condannata a scontare la pena residua di 3 anni, un mese e 15 giorni di reclusione. I tre, lo ricordiamo vennero arrestati nell'ambito dell'operazione "Rodolfo" eseguita ad aprile 2016 quando vennero eseguite 11 misure cautelari emessa dal G.I.P. del Tribunale di Bari nei confronti di persone ritenute vicine alle "batterie" mafiose della Societa' Foggiana
"Moretti - Pellegrino" e "Sinesi - Francavilla", perche' accusati di estorsione aggravate dal metodo mafioso. Nella
stessa circostanza venne eseguito il sequestro preventivo, finalizzato alla confisca, di beni immobili e mobili nella
disponibilita' degli indagati per un valore complessivo stimato di oltre 700mila euro. In particolare, le articolate attivita'
investigative hanno permesso di accertare e documentare come le "batterie" mafiose "Sinesi-Francavills" e "Moretti-Pellegrino" abbiano posto sotto estorsione, con metodo mafioso, imprenditori operanti nel settore legato alla produzione e alla trasformazione alimentare di prodotti dell'agricoltura. Secondo chi indaga i tre condannati in via definitiva hanno svolto un ruolo di primo piano nelle richieste estorsive ed hanno riguardato non solo il versamento mensile di somme di denaro a vantaggio dei "vertici" delle cosche, ma anche l'assunzione di soggetti "vicini" alle compagini malavitose che - pur percependo regolarmente lo stipendio mensile - non svolgevano, di fatto, alcuna attivita' lavorativa. 

indietro

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.