Brindisi, sei arresti nella Marina militare: reati commessi durante una missione internazionale

CRONACA  |  BRINDISI (BR)  -  lunedì 11 maggio 2020 - 11:15

Sono accusati di aver organizzato l'imbarco ed il trasporto dal porto di Tripoli a quello di Brindisi di 774 chilogrammi di tabacco lavorato estero di contrabbando e di farmaco CIALIS

di Pamela Spinelli
Brindisi, sei arresti nella Marina militare: reati commessi durante una missione internazionale

Contrabbando di tabacchi lavorati esteri e di farmaco Cialis di provenienza estera, imbarco di merci di contrabbando su nave militare, peculato d’uso, istigazione alla corruzione, corruzione per atti contrari ai doveri dell’ufficio e falso ideologico. Sono i reati di cui devono rispondere sei persone, arrestate dalla Guardia di Finanza di Brindisi. Cinque di loro appartengono alla Marina Militare Italiana: uno solo è costretto in carcere, quattro ai domiciliari, per un altro è stato disposto l’obbligo di dimora. I reati sono stati commessi durante la missione internazionale “Operazione Mare Sicuro” svolta dalla nave Caprera della Marina Militare nel porto di Tripoli da marzo a luglio 2018, poi arrivata a Brindisi, senza scali intermedi, il 15 luglio successivo. I sei sono accusati, a vario titolo, di aver organizzato l’imbarco ed il trasporto dal porto di Tripoli a quello di Brindisi di 774 chilogrammi di tabacco lavorato estero di contrabbando e di farmaco CIALIS di contrabbando, destinati alla vendita agli appartenenti alla Marina Militare di Taranto ed anche a persone ad essa estranee.

Uno di loro è accusato anche di aver comprato il silenzio del personale imbarcato sulla nave e di aver organizzato il trasferimento del carico prima dal porto di Tripoli a quello di Brindisi e poi da quest’ultimo agli Uffici della Marina Militare di Taranto. Trasporto fatto con un automezzo della Marina Militare, condotto da un altro dei sei indagati. L’acquisto del carico illecito è stato fatto con fatturazioni per operazioni in tutto o in parte inesistenti, nel contesto dell’acquisto, da parte dello Stato Italiano, dei beni e dei servizi necessari al ripristino dell’efficienza del naviglio ceduto dall’Italia alla Libia. Beni e servizi acquistati da una sedicente società libica, riconducibile ad un Ufficiale della Guardia costiera libica, anch’egli arrestato.

indietro

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.