Nardò: sequestrato allevamento abusivo di volatili

  |  NARD (LE)  -  mercoledì 29 aprile 2020 - 14:01

I volatili sono stati tutti posti sotto sequestro cautelativo sanitario con il divieto di movimentazione

di Stefania Congedo
Nard: sequestrato allevamento abusivo di volatili

Le guardie Zoofile Agriambiente di Nardò e gli agenti della Polizia Locale di Alezio hanno sequestrato un allevamento avicolo abusivo formato da diverse recinzioni con all’interno numerosi volatili di tipo ornamentale ed esotici. Oltre 260 esemplari di volatili di diversa specie , tra cui pavoni, anatre ornamentali, fagiani, pappagalli. Sul posto sono state rinvenute anche due incubatrici con all’interno molte uova non ancora dischiuse, sintomo di un vero e proprio allevamento avicolo in piena attività. Rinvenute anche quattro tartarughe di terra (Testuggine di Hermmann) e di cinque tartarughe d’acqua (Trachemis Scripta).Il proprietario degli animali non è stato in grado di esibire nessuna documentazione che attesti la provenienza degli animali o di eventuali autorizzazioni sanitarie (SCIA e codice aziendale dell’allevamento). La normativa prevede, infatti, che superato un certo numero di animali, gli stessi debbano essere censiti e dichiarati alla competente ASL . I volatili sono stati tutti posti sotto sequestro cautelativo sanitario con il divieto di movimentazione, anche al fine della prevenzione della diffusione di malattie tipiche dei volatili. Gli animali sono stati affidati in custodia giudiaria allo stesso proprietario.

indietro

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.