Monopoli, sequestrato lo stabilimento Pipeplast

CRONACA  |  MONOPOLI (BA)  -  lunedì 6 aprile 2020 - 13:24

Il gestore dell'opificio aveva collocato all'aperto numerosi ed ingombranti contenitori flessibili di rifiuti speciali

di Guglielmina Logroscino
Monopoli, sequestrato lo stabilimento Pipeplast

Questa mattina, il Nucleo Operativo di Polizia Ambientale della Guardia Costiera di Bari ha sequestrato uno stabilmento, nella zona industriale di Monopoli, (la Pipeplast di Fabrizio Rivoli) che lavora materie plastiche e trasforma rifiuti speciali. Il decreto emesso dal G.I.P. del Tribunale di Bari, su richiesta dei magistrati del pool “Ambiente” della Procura, nasce da un'indagine che ha accertato che il gestore dell’ opificio –che era in attività perchè escluso da quelle sospese dal decreto Covid– aveva trasferito all’ esterno gran parte del ciclo produttivo , collocando all’ aperto numerosi ed ingombranti contenitori flessibili di rifiuti speciali, privi di copertura e maleodoranti, tra i quali fanghi, scarti di produzione aziendale, mentre - dall’ aprile 2016, doveva installare un impianto di deodorizzazione.
La struttura era, inoltre, secondo l'accusa, dotata di un impianto di trattamento acque delle acque non certificato e non collaudato, il cui uso ha gravemente compromesso il sottosuolo e la falda sottostante per l’ accertata presenza di fango e percolato. Nei mesi scorsi, c'erano state numerose segnalazioni e denunce da parte dei cittadini di Monopoli per le emissioni maleodoranti nell’ atmosfera diffuse dallo stabilimento.

indietro

Ultime 24 ore

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.