Foggia: attentati a testimoni, si indaga su movente

  |  FOGGIA (FG)  -  venerdì 17 gennaio 2020 - 17:19

I due attentati dinamitardi ai danni dei fratelli Vigilante potrebbero non essere legati al loro ruolo di testimoni dell'accusa nel processo a carico di un clan mafioso

di Redazione Norbaonline
Foggia: attentati a testimoni, si indaga su movente

I due attentati dinamitardi compiuti ai danni dei fratelli Cristian e Luca Vigilante potrebbero non essere legati al loro ruolo di testimoni dell'accusa nel processo a carico di un clan mafioso di Foggidedito alle estorsioni anche in loro danno. Lo ipotizzano gli investigatori per due motivi: sia perche' le dichiarazioni rilasciate dai due sono gia' agli atti del procedimento
giudiziario della Dda, sia perche' sarebbe controproducente per la mafia foggiana compiere azioni cosi' eclatanti ai danni dei due testimoni mentre e' in corso un processo in cui gli imputati rischiano condanne pesanti. Per questo la Dda di Bari ha in corso accertamenti a piu' ampio raggio per poter risalire al movente dei due attentati dinamitardi del 3 e del 16 gennaio. Nel primo caso e' stato fatto esplodere un ordigno sotto l'auto di Cristian Vigilante, nell'altro e' stata fatta deflagrare una bomba davanti ad un centro diurno per anziani gestito da Luca. I due fratelli gestiscono il gruppo sanitario 'Sanita' piu''. 

indietro

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.