Taranto, traffico illecito di rifiuti: arrestati zio e nipote

CRONACA  |  TARANTO (TA)  -  lunedì 9 dicembre 2019 - 18:56

Il 58enne si serviva di autobotti per l'autospurgo della ditta di servizi ecologici di cui era amministratore per commettere l'illecito, mentre il nipote, operaio della stessa, si occupava di sversare i rifiuti nelle campagne

di Redazione Norbaonline
Taranto, traffico illecito di rifiuti: arrestati zio e nipote

Il gip del Tribunale di Lecce, su richiesta della Procura, ha ordinato l'arresto di due uomini, rispettivamente zio e nipote di 58 e 28 anni. I Carabinieri hanno accertato che i due gestivano un traffico di rifiuti e sversamento illecito di liquami su vari terreni agricoli. Il 58enne si serviva di autobotti per l'autospurgo della ditta di servizi ecologici di cui era amministratore per commettere l'illecito, mentre il nipote, operaio della stessa, si occupava di sversare i rifiuti nelle campagne dei territori di Sava, Torricella, Lizzano e Fragagnano. In alcuni casi sono arrivati a minacciare i proprietari dei fondi al fine di farli desistere dal denunciare.

 

 

indietro

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.