Molfetta, lavori al porto: chieste 4 condanne

ATTUALITÀ  |  MOLFETTA (BA)  -  lunedì 18 novembre 2019 - 21:46

Il pm della procura di Trani Giovanni Lucio Vaira ha chiesto la condanna per soli 4 imputati, dei 38 complessivi, al termine della requisitoria del processo sui presunti illeciti per la realizzazione del porto commerciale di Molfetta

di Giovanni Di Benedetto
Molfetta, lavori al porto: chieste 4 condanne

Il pm della procura di Trani Giovanni Lucio Vaira ha chiesto la condanna per soli 4 imputati, dei 38 complessivi, al termine della requisitoria del processo sui presunti illeciti per la realizzazione del porto commerciale di Molfetta i cui lavori sono fermi dal 7 ottobre del 2013, da quando cioè ne fu disposto il sequestro. Tra questi figurano l’ex sindaco, e senatore di Forza Italia, Antonio Azzolini, e l’ex dirigente dei lavori pubblici del Comune Vincenzo Balducci, che hanno rinunciato alla prescrizione, per i quali sono stati chiesti 1 e 6 mesi di reclusione. Le altre 2 richieste di pena sono state formulate nei confronti della ditta appaltatrice, la CMC di Ravenna, e l’aggiudicataria in associazione temporanea d’imprese Pietro Cidonio. Secondo l'accusa l’opera non era cantierizzabile per la presenza degli ordigni bellici e poi solo in parte i finanziamenti dello Stato, quasi 150milioni di euro, sarebbero serviti per la realizzazione dell’opera pubblica, la restante fu utilizzata per scopi che nulla avevano a che fare con l'infrastruttura portuale, un’operazione di “maquillage finanziario”, fu definita, per evitare il dissesto del comune. Gli imputati hanno sempre respinto le accuse, Azzolini nelle ultime udienze spiegò che al momento del sequestro l’opera era completa al 60 per cento, che a giugno del 2012 anche la Soprintendenza ai beni archeologici diede il via libera al progetto imponendo solo il monitoraggio delle attività di dragaggio dei fondali. C’era anche il parere favorevole del Consiglio superiore dei lavori pubblici che, il 13 settembre del 2013, validava la proposta del comune di spostare di dieci metri il molo per evitare la presenza delle bombe inesplose della seconda guerra mondiale. Ma questo non sarebbe mai stato segnalato alla procura di Trani che di lì a poco ordinò il sequestro.

indietro

Ultime 24 ore

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.