A.Mittal, Conte a Taranto: ''Tutti insieme dobbiamo combattere questa battaglia''

CRONACA  |  TARANTO (TA)  -  venerdì 8 novembre 2019 - 17:40

Lo ha detto il premier al consiglio di fabbrica

di Redazione Norbaonline
A.Mittal, Conte a Taranto:

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e' arrivato allo stabilimento ex Ilva di Taranto dove incontrera' i dipendenti accompagnato da alcuni dirigenti del siderurgico. Il premier partecipera' al consiglio di fabbrica permanente di Fim, Fiom e Uilm. Conte, entrato dalla portineria D della fabbrica, quella riservata all'ingresso degli operai, all'ingresso ha incontrato raggruppati operai e rappresentanti di comitati e movimenti con striscioni che chiedono la riconversione economica del territorio.

Al suo arrivo e' stato accolto da una folla di cittadini che lo attendevano fuori dai cancelli dell'Ex Ilva e molti hanno scandito cori inneggianti alla chiusura dell'impianto.

Al presidente del Consiglio si e' avvicinato un lavoratore licenziato da ArcelorMittal pochi giorni fa, Pasquale Maggi, dopo una serie di contestazioni disciplinari. "Io - ha detto Maggi - sono stato licenziato ingiustamente, solo perche' mi sono permesso di ricordare a Mittal e al medico di fabbrica cosa prevede la legge sulle attivita' in presenza di amianto nei reparti, dell'assenza di apparecchi salvavita e sulla sorveglianza sanitaria".

"Mittal ha gia' consegnato. Ha detto che non e' sostenibile il piano industriale. E' un problema di piano industriale". Cosi' il premier Conte ai cittadini di Taranto sul piazzale della portineria D della fabbrica. E' stato quindi chiesto a Conte 'ci sono nuovi acquirenti, c'e' qualcuno che puo' sostenere il piano industriale?': "In questo momento non c'e' alternativa. In questo momento lo stabilimento viene consegnato e viene chiuso. Chi lo continua a svolgere?", ha detto Conte.

Dopo aver parlato con molti cittadini, diversi dei quali esponenti dei comitati e delle associazioni pro chiusura fabbrica, sul piazzale della portineria D del siderurgico, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sta incontrando i delegati sindacali e le federazioni metalmeccaniche nella sala del consiglio di fabbrica dello stabilimento ex Ilva. Il segretario generale della Uilm Antonio ha chiesto al premier "di fare presto perche' gli impianti marciano al minimo e sono destinati alla fermata totale senza provvedimenti" e ha auspicato una soluzione per "salvaguardare il diritto alla
salute e il diritto al lavoro". Il coordinatore delle Rsu della Fiom Cgil Francesco Brigati ha affermato che "in questa fase abbiamo bisogno della politica e della scienza. Piu' volte abbiamo chiesto politiche industriali che non mettano in
contrapposizione salute e lavoro. Per quanto riguarda la scienza, abbiamo chiesto piu' volte la Viias, valutazione integrata di impatto sanitario e ambientale per stabilire se la produzione e' compatibile o meno con questo territorio".

Durante il consiglio di fabbrica il premier ha detto: "Tutti insieme dobbiamo combattere questa battaglia. Come sistema Paese. Non e' una questione di scudo o non scudo penale, ma di avere un progetto per questo stabilimento, per questa citta', per questa comunita'. Come ho detto a Genova per la ricostruzione del ponte Morandi, da questa
tragedia puo' ripartire il rilancio di un'intera comunita". L'incontro è terminato dopo quasi 2 ore e sta visitando l'altoforno 2 dello stabilimento.

indietro

Ultime 24 ore

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.