Taranto, lancio' figlia da balcone: condannato a 20 anni

CRONACA  |  TARANTO (TA)  -  mercoledì 2 ottobre 2019 - 20:40

L'uomo e' stato accusato di tentato omicidio aggravato, maltrattamenti, lesioni gravissime e resistenza a pubblico ufficiale

di Redazione Norbaonline
Taranto, lancio

Il Gup del Tribunale di Taranto ha condannato a 20 anni di reclusione il 50enne di Taranto che, il 7 ottobre 2018, all'interno dell'abitazione della madre nel rione Paolo VI, accoltello' il figlio alla gola e lancio' dal balcone la figlia dopo l'ennesima lite al telefono con la moglie. Il bambino riporto' ferite guaribili in 14 giorni mentre a destare preoccupazione erano le condizioni della piccola che riporto diverse fratture. Fu sottoposta a diversi interventi chirurgici e dichiarata fuori pericolo di vita solo dopo diverse settimane di osservazione. L'uomo e' stato accusato di tentato omicidio aggravato, maltrattamenti, lesioni gravissime e resistenza a pubblico ufficiale.

 

 

indietro

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.