Bonafede a Bari, focus su nuova sede uffici

  |  BARI (BA)  -  mercoledì 15 maggio 2019 - 11:39

Nuova visita Guardasigilli dopo sgombero Palagiustizia inagibile

di Redazione Norbaonline
Bonafede a Bari, focus su nuova sede uffici

Il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, e' arrivato a Bari per un sopralluogo in alcune delle otto sedi in cui sono dislocati gli uffici giudiziari e dell'area delle ex Casermette dove dovrebbe sorgere il futuro Polo della Giustizia barese. Torna nel capoluogo pugliese dopo il 7 giugno 2018, quando, per la sua prima uscita ufficiale da ministro, scelse Bari perche' all'epoca le udienze si celebravano nelle tende a causa della inagibilita' del Palagiustizia di via Nazariantz, poi sgomberato. Ad accoglierlo oggi i vertici degli uffici giudiziari baresi, il presidente della Corte di Appello Franco Cassano, il presidente del Tribunale Domenico De Facendis, il procuratore generale Annamaria Tosto, il procuratore Giuseppe Volpe, il
presidente dell'Anm di Bari Giuseppe Battista, il presidente dell'Ordine degli Avvocati di Bari Giovanni Stefani'. "Ha
mantenuto la promessa di tornare", ha detto il pg Tosto accogliendo il ministro negli uffici del rione Poggiofranco.

"I soldi ci sono, sono circa 94 milioni di euro": lo ha detto il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, visitando l'area delle ex Casermette, dove esistono caserme in disuso che saranno demolite per fare posto al polo della giustizia. "Ho convocato gli uffici per la firma del protocollo - ha aggiunto - per dare avvio alla fase della progettazione, e' stato fatto uno studio di fattibilita' e a meta' giugno sara' firmato il nuovo protocollo". La firma, inizialmente prevista per il 28 maggio a Roma, e' slittata a meta' giugno: "Qui ci sono le elezioni e non volevo che la giustizia entrasse nelle dinamiche elettorali. E' giusto che il nuovo sindaco, qualunque esso sia, possa fare le valutazioni che crede all'inizio della nuova consiliatura". "Siamo qui a parlare della cittadella giudiziaria di bari - ha proseguito - con un progetto che segue una nuova logica di come si devono fare le opere, sul demanio, su spazi che allo stato non servivano piu', che ora noi riutilizziamo per un progetto molto ambizioso". Sui tempi per la costruzione del polo, il guardasigilli ha detto: "Non prometto mai niente se non sono certo di quello che dico, bisogna vedere l'esito della fase di progettazione". "Un anno fa sono venuto a bari - ha ricordato il guardasigilli - e la giustizia era finita nelle tende, avevo promesso il massimo impegno e per me bari era un messaggio da dare ai baresi e a tutta Italia. A distanza di un anno oggi ho fatto un sopralluogo in un palazzo di dieci piani, c'e' stata la consegna di ulteriori due dove gia la giustizia lavora. In tempi record abbiamo tolto la giustizia dalle tende, l'abbiamo portata prima in due sedi provvisorie e poi in una sede dignitosa, dove finalmente si puo' lavorare. Neanche quella e' una soluzione definitiva. Non ho voluto nominare nessun commissario perche' ci ho messo la mia faccia fin dal primo momento".


"In tempi record noi abbiamo tolto la giustizia dalle tende, l'abbiamo portata prima in due sedi provvisorie e poi l'abbiamo portata in una sede dignitosa dove finalmente si puo' lavorare"Voglio ricordare a tutti, ha detto - che un anno
fa io sono venuto a Bari, e' stata una delle mie prime uscite come ministro, e la giustizia era finita nelle tende. Avevo
promesso che ci sarebbe stato il massimo impegno, che non sarebbe stato piu' come in passato, quando i governi si
dimenticavano della giustizia e per me Bari era un messaggio significativo anche da dare, non solo ai baresi e alla giustizia barese, ma a tutta Italia. Ecco, a distanza di un anno, io oggi ho fatto un sopralluogo in un palazzo di 10 piani, c'e' stata la consegna di ulteriori due piani dove gia' la giustizia lavora"."Chiaramente, come avevo detto, neanche quella e' unasoluzione definitiva, ma e' un passo importante, - ha aggiunto -a cui nessuno credeva perche' all'inizio, forse perche' erano abituati tutti ai governi passati in cui si facevano le promesse, il ministro arrivava, faceva la passerella e poi se ne andava, io non ho voluto nominare nessun commissario perche' ci ho messo la mia faccia fin dal primo momento".

indietro

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.