Chiede tangente ad un indagato, arrestato finanziere

  |  BITONTO (BA)  -  giovedì 29 marzo 2018 - 18:19

L'accusa per il maresciallo Priore è di concussione

di Redazione Norbaonline
Chiede tangente ad un indagato, arrestato finanziere

Un finanziere in servizio a Bitonto avrebbe chiesto una tangente di 3 mila euro ad un imprenditore coinvolto in un procedimento penale per peculato, promettendo di "addomesticare" le indagini patrimoniali in corso nei suoi confronti.  I Carabinieri e i finanzieri di Bari hanno arrestato il maresciallo della Guardia di Finanza Giuseppe Priore con l'accusa di concussione nei confronti dell'imprenditore Giuseppe Colapinto. La vittima, imprenditore concessionario per anni con la sua società, la Cerin Srl, della riscossione tributi per il Comune di Bitonto e accusato di essersi appropriato - in concorso con il figlio - di milioni di euro di tributi versati dai contribuenti, procedimento attualmente in fase di udienza preliminare, ha denunciato la richiesta di tangente. Nei confronti di Colapinto pende anche un procedimento della magistratura contabile che nei mesi scorsi ha disposto il sequestro conservativo di beni per circa 4 milioni di euro. A queste indagini patrimoniali delegate ai finanzieri lavorava proprio il maresciallo Priore, il quale ieri mattina avrebbe chiesto a Colapinto una somma di denaro, inizialmente 5 mila euro poi ridotta a 3 mila, per insabbiare tali accertamenti. Dopo un giorno di pedinamenti il finanziere è stato arrestato in flagranza di reato.


Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.