Lezioni di terrorismo ai bambini: ''Tagliate le teste ai miscredenti''

CRONACA  |  FOGGIA (FG)  -  martedì 27 marzo 2018 - 14:05

I messaggi agghiaccianti pronunciati dall'italiano di origine egizianta arrestato a Foggia

di Redazione Norbaonline
Lezioni di terrorismo ai bambini:

"Vi invito a combattere i miscredenti, con le vostre spade tagliate le loro teste, con le vostre cinture esplosive fate saltare in aria le loro teste”. Questi sono gli insegnamenti che il 59enne di origine egiziana Abdel Rahman trasmetteva ai bambini che seguivano le sue lezioni nel centro “Al Dawa” di Foggia. L’uomo cittadino italiano di origine egiziana arrestato oggi su disposizione della Dda di Bari per terrorismo internazionale, è accusato di aver insegnato a una decina di bambini, ora segnalati al Tribunale per i Minorenni, il concetto di guerra santa, spiegando loro che l'unico modo per ottenere il Paradiso era la morte in battaglia. Per alcuni mesi quelle lezioni sono state intercettate. “Occorre rompere i crani dei miscredenti e bere il loro sangue per ottenere la vittoria", diceva l'indagato ai bambini. Agli atti della magistratura barese ci sono video e documenti, condivisi dal 59enne in rete tramite Facebook, Whatsapp e Twitter, che inneggiano alla jihad, con istruzioni su come costruire armi, nei quali si parla "dell'obbligo di distruggere le chiese e trasformarle in moschee, individuando - spiegano gli inquirenti - l'Italia come obiettivo dell'attività terroristica". Questo materiale contiene prevalentemente video scaricati da Internet relativi all'addestramento di bambini. In uno di questi, i minorenni, svegliati all'alba, vengono portati in un appartamento con alcuni 'miscredenti', uno dei minori punta la pistola alla tempia di uno di loro il quale, pur di sottrarsi al colpo si lancia dalla finestra. Poi ci sono video di bambini che sgozzano delle persone e dopo aver tagliato le teste le mostrano. Nelle lezioni che sono state intercettate (l'ultima risale ad un mese fa), il 59enne diceva ai suoi allievi bambini, circa una decina, di "vivere isolati, fuori dal mondo". "Le loro feste sono maledette", diceva riferendosi a Natale e Carnevale. Gli inquirenti parlano di "un messaggio patologico e perverso indirizzato ai giovani. Forse - dice il pm Gatti - dietro ogni kamikaze c'è un cattivo maestro"


Ultime 24 ore

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.