Amianto: sottoufficiale Marina morto, 700mila euro a eredi

  |  TARANTO (TA)  -  mercoledì 10 gennaio 2018 - 09:47

Morì di cancro al polmone provocato dall'esposizione all'amianto a bordo delle navi militari italiane

di Redazione Norbaonline
Amianto: sottoufficiale Marina morto, 700mila euro a eredi

Il Tribunale di Taranto ha riconosciuto agli eredi di un sottufficiale della Marina militare che morì di cancro al polmone provocato
dall'esposizione all'amianto a bordo delle navi militari italiane, un risarcimento complessivo di circa 700mila euro (tra speciale elargizione, rivalutazione e ratei non goduti) e una pensione mensile di 1600 euro. Lo rende noto "Contramianto onlus", che ha fornito assistenza legale alla famiglia del'uomo. "A dieci anni da quel decesso", sottolinea Luciano Carleo, presidente dell'associazione, "la famiglia, composta da vedova e figlio, ottiene il riconoscimento di 'Vittima del dovere'. Nessuna somma potra' riportare in vita il proprio caro, ma con quel riconoscimento viene sancita la correlazione tra tumore e amianto killer. Un diritto sacrosanto per quella morte rubata che, come dimostrato da Contramianto", afferma Carleo, "è stata provocata dalla inalazione delle fibre cancerogene di amianto respirate dal marinaio lavorando e vivendo sul naviglio di Stato".


Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.