Violentò 14enne in ospedale, condannato a 3 anni

CRONACA  |  0 ()  -  giovedì 12 ottobre 2017 - 18:15

L'uomo è accusato anche di aver soffocato sua figlia piccola

di Redazione Norbaonline
Violent 14enne in ospedale, condannato a 3 anni

Dovrà scontare 3 anni di reclusione il 30enne di Altamura Giuseppe Difonzo, accusato di violenza sessuale nei confronti di una 14enne, figlia di un'amica di famiglia. Al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato il giudice ha inoltre condannato l'uomo al risarcimento danni nei confronti della vittima, costituita parte civile. Stando alle indagini dei Carabinieri, coordinate dal pm Simona Filoni (che aveva chiesto la condanna a 6 anni di reclusione), l'uomo avrebbe violentato la 14enne durante uno dei ricoveri di sua figlia di 3 mesi, che lui stesso - secondo l'accusa - avrebbe poi ucciso soffocandola nel sonno nella notte fra il 12 e il 13 febbraio 2016. Per Difonzo la Procura ha chiesto nelle scorse settimane il rinvio a giudizio anche per omicidio premeditato e l'udienza preliminare inizierà il prossimo 26 ottobre. I fatti relativi alla violenza sessuale risalgono al 6 gennaio 2016. L'uomo, approfittando del ricovero della figlia che era in ospedale con la moglie e con una sua amica che era andata a farle visita, la madre della 14enne, avrebbe convinto la ragazzina ad andare a casa con lui, poi abusandone. Per la violenza sessuale Difonzo è stato arrestato il 9 aprile 2016. Nel novembre successivo, poi, gli è stata notificata un'altra ordinanza di custodia cautelare in carcere per l'omicidio della figlia.


Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.