Covid in Basilicata, 166 nuovi contagi e nuova zona rossa a Irsina

ATTUALITÀ  |  POTENZA (PZ)  -  sabato 31 ottobre 2020 - 14:25

Il sindaco di Irsina, Massimo Morea, ha fatto sapere, vista l’elevata presenza di casi positivi, di aver ricevuto comunicazione dal direttore del Dipartimento Sanità della Regione che nella giornata di oggi la città sarà dichiarata zona rossa

di Alessandro Boccia
Covid in Basilicata, 166 nuovi contagi e nuova zona rossa a Irsina

Altri centosessantasei nuovi contagi in Basilicata sono emersi nelle ultime ore, di questi una cinquantina si riferiscono a cittadini residenti fuori regione, quasi tutti in Puglia. Preoccupa, intanto la scoperta nell’ospedale ex “Don Uva” di Potenza di 16 positivi tra gli ospiti del reparto alzheimer. A Matera, invece, sempre per via del Covid da oggi il Santuario di Maria Santissima di Picciano rimarrà chiuso per due settimane. Sono stati infatti riscontrati 5 casi di positività al Covid19 tra i monaci della Comunità monastica benedettina. Si tratta di 4 frati ed una suora. Cinque le persone guarite e due quelle decedute, una a Garaguso ed una a Montalbano Jonico. Attualmente i lucani ricoverati negli ospedali sono 90, di cui sette in terapia intensiva. Nel frattempo il sindaco di Irsina, Massimo Morea, ha fatto sapere, vista l’elevata presenza di casi positivi, di aver ricevuto comunicazione dal direttore del Dipartimento Sanità della Regione che nelle prossime ore la città sarà dichiarata zona rossa.

indietro

Ultime 24 ore

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.