CRONACA   BRINDISI (BR)  -  giovedì 17 maggio 2018 - 07:56

Scoperti 317 falsi braccianti nel brindisino

Recuperati circa due milioni di euro di indennità indebitamente percepite

di Redazione Norbaonline
Scoperti 317 falsi braccianti nel brindisino

Percepivano gli assegni previdenziali e assistenziali ma, nei campi, non ci avevano mai messo piede. Scoperti, a Brindisi, ben 317 falsi braccianti agricoli nell'ambito di un'operazione di controllo finalizzata a contrastare il lavoro nero nel settore agricolo e che ha interessato tutta la provincia. Le indagini dei militari dell'ispettorato del lavoro sono andate avanti per nove mesi e hanno consentito di recuperare circa due milioni di euro di indennità indebitamente percepite.

Le indagini sono durate nove mesi, coordinate dalla procura, e si sono concentrate su tutti i 20 Comuni della provincia. E' stato anche denunciato un 50enne di Brindisi, titolare e legale rappresentante di un'azienda operante nel settore agricolo, per concorso nel reato di truffa ai danni dello Stato con i 317 falsi braccianti. L'imprenditore agricolo, con artifizi e raggiri, attraverso la produzione all'Inps, nella denuncia aziendale, di falsi contratti di affitto di terreni agricoli all'insaputa dei legittimi proprietari, avrebbe dichiarato un aumento della superficie aziendale coltivata, producendo come conseguenza l'aumento delle giornate agricole per la conduzione degli stessi. Sono stati ascoltati come testimoni numerosi proprietari di fondi, nella quasi totalità carciofeti, i quali hanno dichiarato di non aver mai affidato la conduzione dei loro terreni tramite contratti di affitto. I terreni agricoli caricati falsamente nella denuncia aziendale erano il presupposto per accreditare circa 12.000 giornate agricole all'anno a fronte di un reale fabbisogno di circa 1.000 giornate agricole annue. Quindi, in relazione agli anni 2012, 2013, 2014, 2015, 2016 e 2017, sono stati recuperati contributi previdenziali e assistenziali, nonché indennità di disoccupazione agricola, maternità e malattia per un importo complessivo pari a circa 2 milioni di euro. Al termine degli accertamenti, è emerso inoltre che a fronte di un reale fabbisogno complessivo nel quinquennio di circa 5.000 giornate agricole, il titolare dell'azienda avrebbe denunciato all'ente previdenziale circa 70.000 giornate agricole. Dei 317 falsi braccianti agricoli denunciati, 231 sono donne (ovvero ben il 73%, cui spetta, come detto, eventualmente anche la corresponsione dell'ulteriore indennità di maternità) e 143 (quindi il 45%) sono pregiudicati. 







Tag: brindisi, falsi braccianti, truffe

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv