CRONACA   -  sabato 14 aprile 2018 - 14:22

Due tonnellate di pesce e 10mila ricci sequestrati in Puglia

Comminate sanzioni per un importo complessivo di 120mila euro

di Redazione Norbaonline
Due tonnellate di pesce e 10mila ricci sequestrati in Puglia

Circa 10mila ricci di mare, 2.100 kg di pesce di diverse specie, 1.200. mt. di reti da posta e 24 trappole. Sono i dati salienti relativi ai sequestri effettuati nell’operazione della Direzione Marittima di Bari, coordinata dal 6° Centro di controllo per la pesca e finalizzata alla salvaguardia dei consumatori e degli stock ittici di tutto l’Adriatico meridionale.

Una task force di uomini e mezzi delle Capitanerie di porto pugliesi ha controllato punti di sbarco, centri di distribuzione, mercati ittici, ristoranti e pescherie, riscontrando frequentemente la presenza di prodotti non tracciati e privi di etichettatura e dei controlli sanitari precedenti alla vendita.

Ben 120.000 euro di sanzioni pecuniarie sono state comminate e 6 notizie di reato sono state elevate per pesca nelle aree marine protette di Porto Cesareo e Torre Guaceto e per frode in commercio aggravata nella zona di Conversano, per vendita di tonno rosso spacciato per un comune tonno pinna gialla, peraltro già scaduto e quindi inidoneo al consumo umano.

L’operazione segue una intensa attività di controlli effettuata in mare e a terra in particolare nel nord barese, e nelle provincie di Foggia e Taranto, intesa alla repressione della pesca del novellame di sarda e alice, il cosiddetto “bianchetto”, che ha visto il sequestro di notevoli quantitativi di prodotto e di reti irregolari, sempre a carico di pescatori abusivi. Una pesca che nuoce gravemente all’ecosistema della fauna ittica del pesce azzurro, con gravi ripercussioni sull’intera stagione di pesca di quelle specie.





Tag: sequestro, pesce, ricci

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv