POLITICA   TARANTO (TA)  -  martedì 9 gennaio 2018 - 14:55

Ilva, Consiglio regionale rinvia discussione emendamenti

Anche il Tar Lecce rinvia al 6 marzo giudizio su compatibilità territoriale

di Redazione Norbaonline
Ilva, Consiglio regionale rinvia discussione emendamenti

Giornata di rinvii per l’Ilva di Taranto. Sia sul fronte giudiziario che su quello della politica. Sul primo c’è da registrare la decisione del Tar di Lecce di rinviare al 6 marzo prossimo la decisione in merito all'istanza di competenza territoriale avanzata oggi dagli avvocati dell'Ilva, per i quali competente a pronunciarsi sui ricorsi presentati sul Dpmc del piano ambientale dell'azienda è il Tar del Lazio e non quello di Lecce trattandosi di un provvedimento emesso dal Governo centrale. Allo stato sul Dpcm Ilva ci sono i ricorsi di Regione Puglia e Comune di Taranto che chiedono l'annullamento del decreto in quanto lo strumento del piano ambientale non è ritenuto in grado di tutelare la salute di cittadini e lavoratori; i ricorsi a sostegno dei due enti locali, "ad adiuvandum", presentati da Italia Nostra e da un gruppo di cittadini; il ricorso a favore del Dpcm, "ad opponendum", della Provincia di Taranto che chiede l'avvio dei lavori fissati nello stesso Dpcm. Contro il Dpcm infine il Codacons. L'associazione dei consumatori si e' rivolta al Consiglio di Stato chiedendo l'annullamento del decreto in questione. Rinvio anche a Bari dove il Consiglio regionale ha accolto la richiesta del presidente Michele Emiliano di rinviare gli ordini del giorno sulla vertenza Ilva presentati da Sinistra Italiana, Forza Italia e Movimento 5 Stelle, i quali chiedevano il ritiro del ricorso al Tar contro il decreto del Governo. A favore hanno votato 26 consiglieri regionali e contro 19, compreso il consigliere di maggioranza, Mino Borraccino, espressione di Sinistra Italiana.





Tag: ilva, ricorso, consiglio regionale

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv