CRONACA   -  lunedì 27 novembre 2017 - 11:22

È morto Alessandro Leogrande

Scrittore, giornalista e filosofo tarantino: era appena tornato da conferenza in Salento

di Redazione Norbaonline
È morto Alessandro Leogrande

Alessandro Leogrande, 40 anni, scrittore, giornalista e filosofo tarantino, è morto la scorsa notte nella sua abitazione a Roma. Era appena tornato da una conferenza a Campi Salentina per la 'Città del libro'. Alla sua città aveva dedicato i primi anni di militanza e impegno politico e intellettuale. Una matrice che lo ha accompagnato nei suoi anni di lavoro, nel quale ha prodotto inchieste sulla criminalità organizzata, sul caporalato in Puglia, sull'acciaieria Ilva. E' stato vicedirettore dello straniero, la rivista diretta da Goffredo Fofi. Ha iniziato la sua attività giornalistica a primavera Radio-radio popolare Salento. Scriveva per il Corriere del Mezzogiorno e collaborava con Rai Radio 3.

"La morte di un giovane è sempre dolorosa da concepire. Quando a lasciarci è un uomo che ha dedicato la sua vita alla difesa degli ultimi, allo studio dei fenomeni più complessi come lotta alle mafie, caporalato, contrabbando, effetti dell'inquinamento sulla salute e sull'ambiente, si ha davvero la sensazione di una perdita irrimediabile.  L'amore per la sua terra, la Puglia, affiorava da ogni riga, un amore che però non gli ha impedito di guardare sempre le cose con onestà”, ha commentato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

"Sono sconvolto dalla notizia della morte di uno degli scrittori pugliesi più brillanti della sua generazione, e non solo. Un giornalista acuto, un osservatore attento, legato alla sua Taranto e a questa nostra bellissima terra di Puglia che ancora soffre di piaghe antiche, come quella del caporalato, cui aveva dedicato uno studio intenso e scioccante". Ha detto il sindaco di Bari e presidente dell'Anci, Antonio Decaro.

"Sono notizie che trafiggono e lasciano increduli, immobili. Non conoscevo personalmente Alessandro Leogrande ma avevo letto i suoi scritti, i suoi lavori impegnati, le inchieste. Se ne va un tarantino sensibile e illuminato", ha dichiarato il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, esprimendo, a nome dell'amministrazione comunale, il cordoglio per la morte improvvisa del giornalista e scrittore tarantino.

Anche lo scrittore Roberto Saviano ha espresso su Instagram il suo dolore per la morte dello scrittore e giornalista pugliese. "Addio amico mio, addio anima che aveva il coraggio della bontà e dell'indignazione. Questo mondo di merda l'hai davvero cambiato, perché con le parole hai agito sui tuoi lettori e su chi, come me, ti ha ascoltato, letto e voluto bene. Sei stato luce di baleno, ma restano i tuoi libri. I tuoi grandi libri. I tuoi immensi libri", si legge in un passaggio del lungo testo pubblicato dallo scrittore campano. 





Tag: lutto, morto, alessandro leogrande

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv