CRONACA   BARLETTA (BT)  -  lunedì 13 novembre 2017 - 17:19

Barletta, omicidio Pellizzieri: presunti colpevoli tornano in libertà

Secondo gli investigatori Giuseppe Cirino fu l’esecutore materiale dell’agguato

di Giovanni Di Benedetto
Barletta, omicidio Pellizzieri: presunti colpevoli tornano in libertà

Il tribunale del riesame di Bari, dopo che la Corte di Cassazione aveva disposto l'annullamento dell'ordinanza con cui il Tribunale del Riesame di Bari aveva confermato gli arresti il 17 marzo 2017, ha annullato gli arresti della polizia nell’ambito dell’inchiesta sull’omicidio di Michele Pellizzieri, che fu colpito con 5 colpi di pistola la mattina del 5 ottobre 2012 a Barletta e, a causa delle ferite riportate, morì la mattina del 24 dicembre dello stesso anno. Gli agenti avevano messo le manette ai polsi di presunti esecutore e mandanti dell’omicidio, ovvero Ruggiero Lattanzio detto “Rino non lo so”, Luigi Marchisella, “Lo zio”, Giuseppe Cirino e Pasquale Lattanzio, detto “Fanale”. Secondo gli investigatori Cirino fu l’esecutore materiale dell’agguato mentre i mandanti furono gli altri tre. Secondo le indagini della Dda di Bari Ruggiero Lattanzio e Luigi Marchisella avevano deciso l’omicidio per contrasti sul controllo delle attività illecite nella città di Barletta. I due si procurarono quindi l’adesione di Giuseppe Cirino, istigandolo a commettere il reato. Le indagini sono state corroborate dalle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia.





Tag: omicidio, tribunale del riesame, pellizzieri

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv