CRONACA   LECCE (LE)  -  lunedì 9 ottobre 2017 - 18:34

In Tribunale in attesa di giudizio tenta suicidio

Si è tagliato le vene con una lametta da barba

di Redazione Norbaonline
In Tribunale in attesa di giudizio tenta suicidio

Un detenuto in attesa di sentenza nel Tribunale di Lecce si è tagliato le vene con una lametta da barba, che potrebbe essersi procurato nel carcere di Bari, dove sta scontando un residuo di pena. L'episodio è accaduto nella tarda mattina e ha avuto come protagonista un 37enne di Trepuzzi. L'uomo era stato coinvolto in un'inchiesta su un'associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti e poi condannato a 7 anni. A causa di problemi di salute aveva ottenuto gli arresti domiciliari ma, nel marzo 2016, il comportamento scorretto nei confronti di alcuni familiari e anche ripetute evasioni avevano indotto i giudici a
disporre nuovamente la custodia cautelare in carcere. In mattinata è partito dal carcere di Taranto alla volta del Tribunale di Lecce, dove si sta celebrando l'udienza in Corte d'appello, di cui è protagonista insieme ad altre persone. L'uomo si trovava nei sotterranei del palazzo di giustizia di viale Michele De Pietro quando, improvvisamente, ha estratto una lametta dagli abiti e si è tagliato le vene. Gli agenti della polizia penitenziaria sono riusciti a bloccarlo velocemente e a scortarlo in ospedale. La lametta è stata sequestrata.





Tag: tribunale, carcere, suicidio

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv