CRONACA   FOGGIA (FG)  -  domenica 13 agosto 2017 - 19:30

Foggia: arrestate 4 persone, pronte per agguato

Erano armati, colpo in canna. Bloccati in un garage da carabinieri

Foggia: arrestate 4 persone, pronte per agguato

Lo scooter avanti, l'auto dietro: su ogni mezzo due persone, tutte armate. Il commando pronto a fare fuoco usciva da un garage in via Trieste, a Torremaggiore, ad una decina di chilometri da San Severo, quando è stato bloccato dai carabinieri del Comando provinciale di Foggia, in collaborazione con il personale recentemente giunto in rinforzo a seguito dell'agguato con quattro morti avvenuto il 9 agosto a San Marco in Lamis e altri recenti episodi di criminalità avvenuti in provincia. I quattro, a quanto pare, erano pronti a commettere un nuovo omicidio, l'ennesimo nella provincia di Foggia. L'episodio, secondo i carabinieri, non è collegato alla mattanza del 9 agosto scorso avvenuta a San Marco in Lamis quando i killer hanno ucciso prima il boss Mario Luciano Romito e il cognato, che era con lui, Matteo De Palma, per poi giustiziare due agricoltori, i fratelli Aurelio e Luigi Luciani, di 43 e 48 anni, perchè testimoni scomodi o perchè, questa è l'ipotesi a cui si sta lavorando, scambiati dai sicari per i guardaspalle 
di Romito: il Fiorino bianco a bordo del quale erano i due contadini sembra sia in uso a persone vicine al clan del boss. Così come i militari sono alla ricerca di particolari utili alle indagini nel racconto fatto agli investigatori da una turista americana che avrebbe incrociato i killer e potrebbe essere stata allontanata dal "commando" prima che venisse compiuta la strage di San Marco in Lamis: una circostanza questa che al momento non viene ne confermata ne smentita dai carabinieri.

Gli arresti avvenuti a Torremaggiore sarebbero, secondo gli investigatori, da collegare nell'ambito degli scontri tra gruppi criminali in atto nella zona per la spartizione delle attività illecite, soprattutto lo smercio di droga. I quattro, tutti pregiudicati, sono stati arrestati per detenzione e porto abusivo di armi e ricettazione. Si tratta del 39enne Giovanni Putignano, imprenditore di Torremaggiore, del 28enne Angelo Bonsanto, ristoratore di Lesina, del 37enne Nicola Paradiso di Torremaggiore, e di Tommaso Alessandro D'Angelo, di 32 anni, di Foggia. Quest'ultimo è ritenuto vicino ad un gruppo criminale, quello dei "Moretti-Pellegrino-Lanza".

I carabinieri da qualche tempo tenevano sotto osservazione il garage. Ieri pomeriggio i militari sono intervenuti: nella vettura, una Fiat 500L, sono state trovate tre armi, tre pistole, tutte con matricola cancellata (una calibro 9x21 e due revolver). Tutte avevano il colpo in canna. Accanto alle pistole c'erano guanti in lattice, una maschera di carnevale e altri indumenti per coprire i volti. I mezzi, l'automobile e lo scooter Yamaha TMax, sono risultati rubati: il primo nel barese e l'altro a Pescara. Le armi verranno sottoposte ai rilievi scientifici per verificare se siano state utilizzate in recenti fatti di sangue. I carabinieri stanno anche cercando di identificare l'obiettivo dei quattro arrestati: chi, cioè, erano pronti ad ammazzare.





Tag: armi, agguato, romito

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv

Telenorba Marco Montrone - Telenorba Marco Montrone- Telenorba Marco Montrone