CRONACA   -  venerdì 19 maggio 2017 - 19:39

Sanità, caso Fiorita: la Cassazione dà ragione a Fitto

L'ex governatore pugliese presentò ricorso contro richiesta di risarcimento

Sanità, caso Fiorita: la Cassazione dà ragione a Fitto

Raffaele Fitto non dovrà risarcire la Regione Puglia per la vicenda legata all’affidamento di 11 residenze sanitarie all’imprenditore romano Angelucci, all’epoca in cui era governatore regionale. La Cassazione ha accolto il ricorso di Fitto annullando la sentenza della corte d'appello di bari nella parte relativa alla sanzione risarcitoria. Per lo stesso fatto la procura di bari chiese l'arresto dopo aver accusato Fitto di aver intascato una tangente sotto forma di finanziamento al partito la Puglia prima di tutto. Fitto fu assolto da tutti i reati nei diversi processi penali. Restava appunto in sospeso solo la questione risarcitoria che invece oggi si è chiusa con la senza della Corte suprema. Secondo la Cassazione, i giudici baresi non potevano arrivare a quella determinazione non avendo ritenuto di ascoltare la versione di una teste-chiave: l'allora dirigente del settore Sanità. I giudici di terzo grado, quindi, hanno deciso che toccherà ad un tribunale civile riesaminare la questione del risarcimento, ma con l'obbligo della deposizione dell'allora dirigente del settore Sanità. Solo dopo tale testimonianza i nuovi giudici potranno decidere se condannare fitto al risarcimento oppure no.



Se hai problemi con la visualizzazione del video clicca qui per aggiornare il flash player.


Tag: cassazione, raffaele fitto, fiorita

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv

Telenorba Marco Montrone - Telenorba Marco Montrone- Telenorba Marco Montrone