CRONACA   -  venerdì 19 maggio 2017 - 14:53

Maxi-operazione antidroga in Sicilia e Basilicata, 16 fermati

Centro nevralgico dello spaccio era Gela. Contatti anche con Potenza e Matera

Maxi-operazione antidroga in Sicilia e Basilicata, 16 fermati

Sgominata a Gela una presunta organizzazione dedita al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti, soprattutto cocaina ed eroina. La droga arrivava da Catania e Palermo e poi veniva spacciata a Gela. A scoprirlo sono stati i carabinieri del comando provinciale di Caltanissetta e del Reparto Territoriale di Gela, che nell'ambito di un'operazione coordinata dalla Procura, hanno
eseguito 16 misure di custodia cautelare, emesse dal Gip Lirio Conti su richiesta del sostituto procuratore Lara Seccacini. La
droga veniva spacciata in piccole dosi, e fra i consumatori anche alcuni studenti di un plesso scolastico. In manette anche
il titolare del chiosco che si trova proprio nel piazzale dell'istituto. Fra i "clienti", anche alcuni professionisti della città. L'operazione ha coinvolto diversi comuni. Oltre a Gela, anche Catania, Palermo, Comiso, Potenza e Matera.
L'inchiesta è stata condotta attraverso i tradizioni metodi investigativi, intercettazioni telefoniche e ambientali. Tutto nasce da una rapina perpetrata ai danni di una coppia di anziani. I soldi poi sarebbero stati reinvestiti per l'acquisto di droga. Un'inchiesta abbastanza complessa perchè il linguaggio utilizzato dagli indagati era criptato. La droga veniva chiamata caffè, cosa, oppure "pomodoro". Da qui il nome dell'operazione "Tomato". Custodia cautelare per sedici, mentre per un operaio di Gela residente in provincia di Potenza solo obbligo di firma.





Tag: droga, carabinieri, spaccio

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv

Telenorba Marco Montrone - Telenorba Marco Montrone- Telenorba Marco Montrone -->