CRONACA   BARI (BA)  -  venerdì 19 maggio 2017 - 12:23

Terrorismo: procuratore, ''nessun rischio immediato attentati''

''Sono lupi solitari. Grazie ad internet in collegamento con altri soggetti''

di Redazione Norbaonline
Terrorismo: procuratore, ''nessun rischio immediato attentati''

"Si tratta di lupi solitari che tuttavia grazie a internet sono in contatto e collegamento con altri soggetti". Lo ha detto il Procuratore di Bari Giuseppe Volpe, illustrando in conferenza stampa i particolari dell'operazione 'Baraakast' nell'ambito della quale, per sospetta detenzione di un'arma e apologia di reato terroristico, e in generale di propaganda a favore dello Stato
Islamico, un cittadino tunisino residente a Carapelle, nel foggiano, è stato colpito da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, a conclusione delle indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia della Procura di Bari, eseguita da uomini dei Nocs, i reparti speciali della Polizia, in collaborazione con la Digos di Bari. Si tratta di Kamel Sadraoui di 35 anni mentre suo fratello Babrak Sadaoui, senza fissa dimora e rintracciato nei pressi della stazione di Padova ha subito il ritiro del permesso di soggiorno e un decreto di espulsione. Secondo Volpe non ci sarebbero pericoli immediati di atti terroristici di matrice islamica nel territorio: "Non abbiamo nessuna indicazione in questo senso e mi parrebbe davvero esagerato affermare il contrario". Le indagini della Digos, coordinate dai sostituti procuratori Giorgio e Gatti, fin dal 2016 avevano sottoposto l'uomo stato arrestato a intercettazioni ambientali, telefoniche ed elettroniche, oltre che balistiche poichè in una intercettazione si sente il rumore tipico dello "scarrellamento" di un'arma a disposizione dell'arrestato che tuttavia non è stata rinvenuta. Secondo il Procuratore di
Bari, si tratta di individui che hanno oltrepassato il confine tra la libera manifestazione del pensiero religioso facendo l'apologia di reati di terrorismo come gli attentati ai mercatini di natale a Berlino o altri materiali video diffusi in rete a scopo propagandistico e rinvenuti negli archivi informatici dell'arrestato che li diffondeva in rete e verso altri potenziali sostenitori allo scopo di ampliare l'adesione allo Stato Islamico.



Se hai problemi con la visualizzazione del video clicca qui per aggiornare il flash player.
caricamento in corso...


Tag: isis, stato islamico, terrorismo

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv

Telenorba Marco Montrone - Telenorba Marco Montrone- Telenorba Marco Montrone