ATTUALITÀ   TARANTO (TA)  -  venerdì 17 febbraio 2017 - 16:58

Ilva, Arcelor Mital: "Impossibile crescere con gas naturale"

"Obiettivo è inserire azienda in mercati ad alto valore aggiunto"

di Redazione Norbaonline
Ilva, Arcelor Mital:

"Siamo sorpresi dal fatto che Sajjan Jindal (presidente dell'omonimo gruppo siderurgico, ndr) creda fattibile che Ilva possa essere competitiva utilizzando il gas naturale ed il Dri". A dirlo è la multinazionale dell'acciaio Arcelor Mittal in una nota, replicando alle dichiarazioni circa la possibilità di riconvertire lo stabilimento di Taranto col gas al posto del coke arrivando anche a produrre 12 milioni di tonnellate.
"Arcelor Mittal è il più grande produttore di Dri al mondo, con un grande impianto anche ad Amburgo", si legge nella nota, "operiamo inoltre con 12 forni elettrici ad arco in tutta Europa. Abbiamo quindi il posizionamento migliore per emettere un giudizio qualificato relativamente a quale tecnologia possa essere adatta per Ilva. Sfortunatamente nonostante siamo consci che molti vorrebbero sentirsi dire che ciò è possibile, la nostra esperienza ci insegna il contrario. Se Ilva vuole avere un futuro sostenibile e redditizio, che possa supportare l'occupazione e la produzione costante di acciaio in Italia, deve diventare più competitiva e questo in Europa non è possibile con l'utilizzo di gas naturale o di Dri per quanto concerne i prodotti d'acciaio piani". Inoltre, rileva ancora Arcelor Mittal, "operando nel mercato dei prodotti piani, la qualità e la purezza del metallo sono cruciali, ancora di più dal momento che la nostra ambizione per Ilva è di inserirla all'interno dei mercati ad alto valore aggiunto, come l'automotive. Arcelor Mittal sta lavorando, con grande impegno e nel lungo periodo, ad un processo tecnologico in grado di minimizzare l'uso del carbone nella produzione. Comunque questo processo richiederà molti anni per essere portato a termine e nel frattempo il carbone continuerà ad essere necessario per realizzare acciaio di alta qualità". "Comprendiamo pienamente il bisogno di migliorare le performance ambientali di Ilva e ci stiamo impegnando in questo senso - afferma Arcelor Mittal - inoltre ricordiamo di aver aggiornato il nostro approccio per la produzione di Ilva in ottemperanza a quanto richiesto dall'Aia: produrremo 6 milioni di tonnellate nei 3 altiforni di Ilva e forniremo 2 milioni di tonnellate addizionali di bramme per l'attivita' di finitura, arrivando quindi a 8 milioni di tonnellate totali".
"Stiamo lavorando con grande impegno e nel lungo periodo, ad un processo tecnologico in grado di minimizzare l'uso del carbone nella produzione.Comunque questo processo richiederà molti anni per essere portato a termine e nel frattempo il carbone continuerà ad essere necessario per realizzare acciaio di alta qualità".
"Produrremo 6 milioni di tonnellate nei 3 altiforni di Ilva e forniremo 2 milioni di tonnellate addizionali di bramme per l'attività di finitura, arrivando quindi a 8 milioni di tonnellate totali". In altre parole, secondo io piano industriale di ArcelorMittal Ilva sfornerà 8 milioni di tonnellate prodotti in acciaio l'anno fra prodotto e trasformato.

 






Tag: Ilva, arcelor mital, acciaio

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv

Telenorba Marco Montrone - Telenorba Marco Montrone- Telenorba Marco Montrone